Dieta BARF per i cani: guida completa con esempi e dosi

L’alimentazione è una parte fondamentale nello sviluppo e benessere del nostro cane, pertanto scegliere il tipo di nutrizione da dare al tuo cane è una decisione importante.

Da qualche anno esiste una corrente che punta sull’alimentazione per cani a base di cibi naturali, che sostituiscono le crocchette o le palline di mangime.

Di seguito spieghiamo in dettaglio in cosa consiste la dieta BARF e quali sono i suoi benefici. Se ti preoccupa davvero l’alimentazione del tuo amico peloso, non esiste niente di più naturale di questo tipo di alimentazione.

Il mangime per cani può essere la scelta più comoda, perché non richiede altri sforzi oltre a riempire la ciotola dei nostri animali. Ma, per quanto possa essere alta la qualità del mangime, non sarà mai la scelta più adatta per la sua biologia. Un alimento senza umidità e molto elaborato non dovrebbe essere mai la base dell’alimentazione dei nostri cani.

Cos’è la dieta BARF?

La Dieta B.A.R.F(sigla di Biologically Appropriate Raw Food) consiste nell’alimentazione di cani, gatti e altri animali domestici a base di una dieta composta da alimenti crudi. Il significato in italiano è cibo crudo biologicamente appropriato.

Origini e composizione della dieta BARF

Dobbiamo ricordare che il cane è un discendente diretto del lupo. Ammaestrato e socializzato per secoli, si è evoluto fino a ciò che oggi conosciamo come cani o animali di compagnia.

Partendo da questa base, il veterinario Ian Billinghurst ha sviluppato questo tipo di alimentazione, composta fondamentalmente da ossa carnose crude (che possiedono oltre il 50% di carne), carne magra, organi e viscere e frutta e verdura.

Vantaggi della dieta BARF per il tuo cane

Tra i vantaggi della dieta naturale noterai:

Incremento di energia e vitalità

Mangiare cibi crudi aiuta anche a evitare l’alito cattivo dei cani causato dai batteri

Incremento della massa muscolare

Scomparsa dei problemi dentali e igiene orale

Scomparsa dei problemi della pelle e delle infezioni delle orecchie

Miglioramento e, a volte, scomparsa dell’artrite e dei problemi articolari

Maggiore idratazione

Maggiore resistenza ai parassiti interni ed esterni ecc.

Quantità per cani (orientative)

Per calcolare la porzione approssimativa giornaliera consigliata per il tuo cane dobbiamo tenere presente il peso attuale, il peso ideale (se in sovrappeso), l’età e l’esercizio che effettua al giorno

Quantità consigliata sul peso attuale/ideale  
Cane adulto sedentario o sterilizzato 2%
Cane adulto normale 2,50%
Cane adulto sportivo 3%
Cucciolo 2-4 mesi 10%
Cucciolo 4-6 mesi 8%
Cucciolo 6-8 mesi 6%
Cucciolo 8-10 mesi 4%
Cucciolo 10-12 mesi 3%

La dose quotidiana oscilla tra l’1,5 e il 10% del peso corporeo dell’animale in base all’età e al grado di attività.

Le quantità in percentuale della dieta BARF sono:

  • ? 60% carne e ossa carnose
  • ? 15% vegetali e verdure
  • ? 10% viscere e organi
  • ? 5% frutta

In piccole dosi, è possibile aggiungere anche alghe, kefir, olio di pesce, yogurt naturale, trippa verde ecc.

In generale, bisogna dare più cibo a: cuccioli, razze piccole o mini, cani sottopeso e cani con un livello di attività alto.

Esempi di dosi per cani di diverse dimensioni

Così, ad esempio, per alimentare un cucciolo di 2 chili, con alta attività, potrebbe arrivare a richiedere fino all’8% quotidiano del suo peso corporeo di dieta BARF (160 g).

D’altro canto, per alimentare un cane adulto con un peso medio di circa 45 chili e con un livello di attività basso, solo richiederà l’1,5% quotidiano del suo peso corporeo (675 mg).

All’inizio, probabilmente, fare questi calcoli ti sembrerà complesso, ma puoi consultare siti web in cui vengono calcolate automaticamente le percentuali di ogni tipo di cibo che dovrai dare al tuo cane, oppure puoi rivolgerti a un veterinario nutrizionista.

Dieta BARF per cuccioli

A partire dalle 5 settimane puoi iniziare a dare le prime porzioni di carne tritata (pollo, tacchino, coniglio) e le sue prime ossa carnose crude (collo e alette o zampe di pollo).

Se compri il cucciolo da un allevatore o lo adotti da un canile a partire dalle 10 settimane in poi, è importante sapere che tipo di alimentazione è stata somministrata al cucciolo nelle ultime settimane.

Se si tratta di mangime, cosa molto probabile, ti consigliamo di fare una transizione graduale verso la nuova dieta. All’inizio sostituisci una delle 5 – 6 porzioni al giorno con un po’ di carne tritata di pollo o tacchino.

Dopo un paio di giorni, sostituisci due delle 5 – 6 porzioni al giorno e così fino a quando il tuo cucciolo mangerà al 100% a base di una dieta cruda biologicamente appropriata.

Non mescolare cibo crudo a mangime commerciale nello stesso pasto, perché i tempi di transizione di queste due alimentazioni sono completamente diversi.

Ossa carnose e ossa ricreative

La prima cosa da ricordare è che tutte le ossa devono essere sempre CRUDE.

Le ossa carnose sono l’elemento principale della dieta naturale cruda e coprono la maggior parte del fabbisogno del tuo cane, essendo la fonte principale di energia, acqua, proteine, grassi, minerali, enzimi e antiossidanti. Apportano inoltre una grande quantità di vitamine in modo naturale alla sua dieta quotidiana.

Con le ossa carnose, non solo è completamente bilanciato e coperto il fabbisogno dei due minerali principali (fosforo e calcio), ma anche quello di molti altri come zinco, magnesio, iodio, manganese, ferro ecc.

Le ossa sono molto ricche di grassi, cosa essenziale nella dieta del tuo animale.

Tuttavia, anche se la media delle ossa carnose è il 60%, se il cane è in sovrappeso sarebbe consigliabile ridurre la quantità di ossa, e viceversa se ha un’attività alta o è magro.

– OSSA CARNOSE: puoi dargli alette di pollo o tacchino, collo, carcassa di volatili o di coniglio, pancia di vitello, costine di vitello… le ossa, durante la masticazione, si ammorbidiscono ancora di più e formano una pasta che non rappresenta alcun pericolo per l’animale. Le ossa delle cosce di volatili o di coniglio non vanno mai date prive di carne perché, anche se crude, potrebbero essere pericolose, cosa che non avviene quando vengono date con la rispettiva parte di carne. Non bisogna dargli un solo tipo di osso carnoso, la varietà è importante nella nutrizione del tuo cane.

 OSSA RICREATIVE: sono ossa grandi e dure di bestiame o maiale (ginocchia o midollo di vitello, ad esempio). Sono chiamate ossa ricreative e sono psicologicamente benefiche per il cane, poiché lo intrattengono a lungo e generano endorfine. E, in più, gli donano anche una magnifica igiene dentale.

Dove acquistare la dieta BARF?

Se vuoi fare la transizione verso questo tipo di alimentazione naturale per il tuo cane, ma non vuoi perdere tempo nell’acquisto o non sai da dove iniziare, puoi comprare la dieta BARF già pronta nel nostro negozio online. E, se questo tipo di alimentazione non è l’ideale per te e per il tuo cane, puoi leggere questo post in cui parliamo dialternative alla dieta BARF.

Per finire, nel negozio online di Altudog troverai tutto l’essenziale per iniziare a dare un’alimentazione molto più naturale al tuo cane, e con la garanzia Altudog, il leader del cibo naturale, disidratato e crudo per cani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.